Tema caldo che molte volte richiede l’assistenza di un professionista.

Perché l’interessato all’acquisto della vostra attività richiede tali documentazioni? Dopotutto se ci dovessero essere dei debiti aziendali sarà vostra cura inserire ad Atto Notarile la vostra più completa responsabilità in merito.

Ecco la dicitura più gettonata per tale evenienza:

“La parte promittente venditrice da atto di avere puntualmente adempiuto alle incombenze fiscali e  di aver provveduto al pagamento delle imposte dirette  ed indirette  ed inoltre di aver provveduto ad onorare i propri impegni con gli istituti I.N.P.S. e I.N.A.I.L, pertanto si impegna a farsi carico delle eventuali conseguenze derivanti da accertamenti fiscali relativi alle imposte dirette ed indirette riferiti al periodo della propria gestione, con particolare riferimento alle conseguenze derivanti dagli artt. 14 del D.LGS. 472/97 e 75 del D.P.R. 633/72. ecc. ecc.”

Purtroppo non basta. Quanto scritto non deresponsabilizza la parte acquirente, almeno in parte. La stessa è potenzialmente responsabile dei debiti aziendali fino al valore dell’azienda ceduta. Se ci fossero delle posizioni debitorie sarà perseguito il venditore, fino a che c’è CAPIENZA. Dopo di ché ne potrebbe rispondere l’acquirente.

La giurisprudenza in materia deve essere affrontata da un occhio esperto. Tale figura vi ragguaglierà sulla complessità della normativa. Le dinamiche che devono essere prese in esame sono tante, quanto esposto ne rappresenta solo una minima parte.

Anche in questo caso evitate assolutamente la modalità self service.

L’area fiscale della GRUPPO MAZZINI s.r.l. sarà a vostra disposizione (anche telefonicamente 392_5536538) per chiarimenti su quanto scritto nell’informativa.

Questa informativa è soggetta a copyright. Ne è vietata la diffusione e la riproduzione senza il consenso di cessionediaziende.com.

Torna alla homepage