Non sempre l’annuncio di un’attività in vendita viene associato al reale motivo per il quale il venditore si vede costretto a fare una determinata scelta. Spesso e volentieri questa decisione viene letta come una situazione di disagio aziendale, mancanza di redditività o incapacità organizzativa da parte dell’imprenditore per esempio. Eppure, nella maggior parte delle volte, non è così. Questa chiave di lettura genera delle critiche di quartiere che tendono a fare un danno di immagine all’azienda messa in vendita, causando cali di fatturato ed un crollo immediato del ritratto dell’attività e dell’imprenditore stesso.

A questo aggiungiamo tutte le informazioni che il venditore si vede costretto a soddisfare nelle prime fasi della trattativa da parte di potenziali acquirenti che, molte volte, non si fanno più vedere o sentire.

Bilanci, certificati fiscali, fatture di acquisto, contratti di locazione, che giocano si un ruolo fondamentale nella trattativa ma se chiesti al momento opportuno, e da interessati che posseggono le caratteristiche economiche e professionali adatte alla proposta.

Il nostro strumento è stato creato, quindi, per usufruire di tutti i vantaggi che derivano dalla presenza sul web conciliando, con il nostro supporto e consulenza costante, visibilità e protezione da interazioni indesiderate.

Questa informativa è soggetta a copyright. Ne è vietata la diffusione e la riproduzione senza il consenso di cessionediaziende.com.

Torna alla homepage